la stanza




La stanza dei ritorni

(a mia figlia nel giorno della sua nascita)


La luce dei tuoi occhi
presto
ed una mamma ed un papÓ
per farsi cullare.

Una voce nuova si sente nella stanza
da troppo tempo muta.
La stanza dei ritorni
che, al freddo e al buio,
io tenevo chiusa.

E finalmente a quel nome tu rispondi,
apro la porta e ti vengo ad incontrare.

Auguri Maria Saveria
tuo padre.





< precedente.... .....seguente >

elenco poesie

<-- home

var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-17514357-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })();